sabato, agosto 26, 2006

Record delle esportazioni: vino italiano primo negli USA

Battuti gli australiani e i francesi.
Di nuovo al primo posto: con poco più di un milione di ettolitri esportati nei primi sei mesi del 2006, l’Italia torna ad essere il principale fornitore di vino degli Stati Uniti, rimontando sulla concorrente Australia. I dati sono dell’Italian wine and food institute: le esportazioni verso gli Usa sono aumentate del 9,1% in quantità e del 7,5% in valore rispetto al 2005, l’anno del gran sorpasso australiano. Un successo non del tutto inaspettato per la verità. Per vari motivi. Gli americani, sono tutto sommato un popolo di neo consumatori di vino, e da principio i loro gusti si sono orientati verso vini facili e immediati, subito dopo verso quei vini internazionali prodotti con vitigni universalmente diffusi, quali il merlot, il cabernet, per i rossi, e lo chardonnay per i bianchi, provenienti per lo più da Paesi del nuovo mondo. Vini intensi, muscolosi, piuttosto alcolici e quasi sempre con un’importante sottolineatura di gusto di legno data dall’affinamento del vino in barrique o più sbrigativamente con i trucioli di legno.

Segue sul Corriere della Sera

1 commento:

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com